Ricerca Avviata

Progetto Continuità- Cerro Al Volturno

Pubblicato in data: 28 giu 2023
Ultima Revisione in data: 28 giu 2023

Il giorno 30 maggio si è concluso nel suggestivo scenario del tetro romano del Parco Archeologico di Altilia - Saepinum il progetto Continuità “Il pomo della Discordia”.

Gli alunni delle classi V primaria e I secondaria di I grado del plesso di Cerro a Volturno si sono uniti e sotto la guida delle docenti Valentina Di Meo, Roberta Frate, Maria Giancola e Sabina Izzi, hanno fatto un viaggio tra le emozioni; inoltre, attraverso riflessioni, anche guidate, hanno lavorato al valore della condivisione, dell’empatia e della conoscenza dell’altro.

Un viaggio che è iniziato tra le mura dell’edificio scolastico alla scoperta dell’antica Grecia, fin sul monte Olimpo ed è terminato nell’incantevole parco archeologico di Altilia – Saepinum.

Il progetto ha visto gli alunni accostarsi alla conoscenza della mitologia del mondo antico, al fine di individuarne tracce nella storia dei luoghi che vivono e, avvicinarsi alla conoscenza attraverso percorsi emozionali e di role playing.

Gli alunni, dopo aver studiato la mitologia e i segni da essa lasciati nel territorio, hanno provveduto, sotto la guida delle docenti, a reinterpretare ed attualizzare l’episodio del “Pomo della discordia”.

Tale episodio, infatti, ha permesso di lavorare e riflettere su temi molto cari ai percorsi didattici: l’inclusione, il preconcetto, le alleanze, la diplomazia, l’uso delle parole e dei gesti, l’empatia, il rispetto della diversità, la capacità di dialogare e l’orrore della guerra.

La parte operativa ha visto gli alunni impegnati nella stesura del copione e nella realizzazione degli accessori utili alla rappresentazione.

Il prodotto finale è stata la rappresentazione scenica che ha reso gli alunni doppiamente protagonisti (attori e spettatori) ed ha permesso di suscitare in essi una concreta e reale percezione di uno spettacolo teatrale del passato.

Il tutto è stato possibile grazie alla collaborazione tra docenti e personale scolastico, in particolare si vuole ringraziare la professoressa Adele Pizzi per aver realizzato le scenografie e guidato i ragazzi nella realizzazione di tutto il materiale scenico e la signora Chiara per il suo prezioso aiuto e sostegno.

Un particolare ringraziamento al dott. Rinaldi, direttore del Parco Archeologico di Altilia – Saepinum, per aver permesso la rappresentazione scenica nel teatro.